• La CAGI SA Giubiasco ha un nuovo direttore

    Il Consiglio di Amministrazione della CAGI – Cantina Giubiasco SA, ha nominato direttore Michele Conceprio, ingegnere in enologia e viticoltura di 56 anni: succede al compianto ing. Sergio Scalmanini, scomparso tragicamente il 17 maggio. Il dir. M. Conceprio ha già iniziato la sua collaborazione a tempo parziale con CAGI dal 1° luglio, con l’obiettivo di ampliarla in un’attività a tempo pieno dall’inizio di settembre, alla prossima vendemmia.

    Il neodirettore non è un volto nuovo per CAGI: qui ha infatti iniziato la sua carriera, quando anche CAGI è rinata come cantina di proprietà della Federazione Ticinese dei Produttori di Latte – FTPL, lavorando dal 1988 al 1991 con il compianto ing. Adriano Petralli. Con lui è stato l’artefice della medaglia d’oro al concorso internazionale di Bratislava del 1990, presentando la Riserva speciale 1988, prodotta con una selezione delle migliori uve Merlot dell’annata. Sempre con lui ha inaugurato la vinificazione in bianco delle uve Merlot dando vita al Bucaneve; una primizia cantonale che ha riscosso un grande successo.

    Conclusa la collaborazione con CAGI, dagli anni Novanta Conceprio ha contribuito – con successo – alla costituzione e allo sviluppo di diverse attività vitivinicole in Ticino, mantenendo negli anni un solido rapporto di collaborazione con i suoi predecessori Petralli e Scalmanini, seguendo da vicino lo sviluppo di CAGI.

    Michele Conceprio, padre bleniese e madre malcantonese, si è laureato alla Scuola superiore di Changins/VD ottenendo il titolo di ingegnere in enologia e viticoltura presentando la tesi dal titolo “Studio del comportamento del vitigno Merlot in 3 territori ticinesi diversi (Giornico, Gudo, Mezzana)”.

    Il Consiglio di Amministrazione è soddisfatto per aver trovato nell’ing. Conceprio la persona giusta che saprà condurre la CAGI verso nuovi e importanti traguardi. La grande vicinanza al mercato da parte dell’ing. Conceprio, unita al grande spirito di dedizione di tutti i collaboratori sono le premesse ideali per operare un forte orientamento strategico futuro di CAGI.

    CAGI – Cantina Giubiasco SA

  • CAGI ED ENERGIE RINNOVABILI

    Da inizio giugno 2020 è entrato in funzione il nostro nuovo impianto fotovoltaico da 100 kWp.

    Limpianto fotovoltaico sfrutta l’energia del sole trasformandola in energia elettrica.

    E’ uno dei migliori sistemi di produzione energetica rinnovabile in quanto l’energia prodotta non genera nessun tipo di inquinamento. Questo si traduce in un forte vantaggio ambientale e di salute per la collettività.

    Il nostro impianto ci permetterà di essere quasi autosufficienti nel consumo energetico per i prossimi anni e di fare un passo aventi nella nostra politica di produrre sempre di più vini salubri e a basso impatto ambientale.

  • ASPETTANDO IL NATALE!

    Abbiamo il piacere di invitarvi alla nostra

    SPECIALE APERTURA NATALIZIA
    SABATO 30 NOVEMBRE DALLE 10.00 ALLE 17.00

    Potrete acquistare i nostri pregiati vini e spumanti per i vostri brindisi e regali natalizi con uno 
     sconto del 20%

    Inoltre, degustazione accompagnata da golosi stuzzichini.

    Il team della CAGI vi aspetta!

  • PRESENTAZIONE ANNATA 2017

    Lunedì 2 settembre, presso il Palazzo di Congressi di Lugano, dalle 13.00 (per operatori eno-gastronomici e media dalle 11) alle 19.30 saremo presenti alla Presentazione dell’annata: Roberto e Patrizio vi aspettano per farvi degustare i pregiati nettari della vendemmia 2017.

  • CAGI: 90 ANNI PORTATI BENE

    Produrre ciò che si riesce a vendere: questo l’indirizzo per la viticoltura ticinese, più volte esposto agli oltre 200 produttori che hanno partecipato al tradizionale incontro informativo CAGI, tenutosi al Mercato coperto di Giubiasco il 23 agosto.

    In effetti – hanno confermato il direttore Sergio Scalmanini e l’enologo Riccardo Garrani – anche la vendemmia 2019 si prospetta abbondante e di ottima qualità: le scorte di vino nelle cantine non mancano mentre sul mercato, a livello nazionale, l’offerta supera la domanda. Da qui la necessità di controllare la produzione, come pure di puntare sulla qualità e di potenziare l’impegno sul fronte delle vendite. Da quest’anno quindi sul prezzo delle uve consegnate in Ticino verrà applicata una deduzione del 4%: il ricavato andrà in favore della promozione del vino ticinese su scala nazionale.

    La CAGI-Cantina Giubiasco dal canto suo ha intensificato la propria attività su questo fronte dotandosi di un nuovo collaboratore, Patrizio Baglioni, con il compito di far meglio conoscere in vini di Giubiasco in Ticino, ma soprattutto oltre Gottardo. Da questa primavera inoltre il vino della Cantina può essere ordinato anche online dal sito ww.cavigini.ch.

    Tra gli ospiti della serata anche il presidente Federviti Giuliano Maddalena: il freddo primaverile e la canicola estiva -ha ricordato- non hanno compromesso la vendemmia. Da qui l’importanza di sedersi attorno ad un tavolo per trovare soluzioni capaci di equilibrare nel tempo la produzione e lo smercio.

    il Vicesindaco di Bellinzona Andrea Bersani, dal canto suo, ha ricordato gli importanti traguardi raggiunti dalla Cantina di Giubiasco nei suoi 90 anni di attività, che la collocano tra i vinificatori più longevi del Cantone. A questo importante traguardo è dedicata un’etichetta sulle bottiglie di Merlot, che riporta al Tiro federale del 1929. Un traguardo raggiunto grazie anche all’impegno prodotto da Adelio Melera e Mario Maddalena nell’ultimo quarto di secolo, l’uno come Presidente del Consiglio di amministrazione, l’altro come Amministratore delegato e quindi Vicepresidente, fino alla primavera di quest’anno. Il Consiglio di amministrazione CAGI li ha quindi nominati Presidente, rispettivamente Membro onorario, dandone comunicazione ai viticoltori presenti.

    Tutto è ormai pronto per la vendemmia 2019 sebbene non se ne conoscano ancora le date: dipenderanno dalla maturazione delle uve nelle prossime settimane.

  • MEDAGLIE…E ANCORA MEDAGLIE!!

    Con grande piacere, vi comunichiamo che per quest’anno le medaglie non sono finite!! Eccovi gli ultimi riconoscimenti nazionali ed internazionali ricevuti recentemente:

    Merlot del Bellinzonese 1929: Medaglia d’oro e terzo posto assoluto nella classifica Best of Merlot Rosso Ticino al Concorso Internazionale di Zurigo EXPOVINA

    Bucaneve bianco: Medaglia d’argento al Concorso Internazionale di Zurigo EXPOVINA

    Camorino: Medaglia d’oro al Concorso Internazionale Mondial des Vins Extrêmes di Aosta

    Tre Rose: Medaglia d’argento al Concorso Nazionale Grand Prix du Vin Suisse

  • AIUTACI A DARE UN NOME AL NOSTRO NUOVO VINO E VINCI!

    A Natale 2019 presenteremo un nuovo vino.
    Sarà un vino corposo, complesso e unico, che è in affinamento nella nostra cantina da circa tre anni.
    Abbiamo già deciso l’etichetta, e ci piacerebbe condividere con i nostri clienti la scelta del nome.
    Hai un’idea per un nome originale?
    Mandaci un’e-mail a info@cagivini.ch assieme al tuo nome e cognome: potresti essere tra i fortunati vincitori di una bottiglia del nuovo vino, e se il nome scelto sarà proprio il tuo, riceverai un cartone da 6 bottiglie.
    Un caro saluto dal Team CAGI.

    Per aiutarti eccoti l’etichetta:

    Partecipando al concorso si accettano le seguenti condizioni:
    in caso di scelta di un nome da parte della CAGI SA, lo stesso rimane totale di proprietà della CAGI SA;
    vincitori saranno avvisati tramite e-mail;
    sono escluse le vie legali