Azienda testimone e interprete di novant’anni di storia e coltura del vino in Ticino

La storia della Cantina di Giubiasco si riassume in alcune tappe che sono comuni a molte esperienze umane: nata come risposta alle esigenze del momento storico, è cresciuta, ha subito profondi cambiamenti, è “rinata” con nuovi impulsi, nuovo slancio, nuovi progetti.

Fondata nel 1929, è stata la prima cooperativa del settore viticolo nel cantone e può essere annoverata fra le aziende che maggiormente hanno contraddistinto un secolo di storia e di cultura del nobile vitigno Merlot.

Oggi la Cantina di Giubiasco vinifica grazie ai suoi 350 conferitori circa il 12% dell’intera produzione vitivinicola del Canton Ticino.

Nell’intento di esaudire le differenti esigenze del consumatore, mantenendo in ogni modo i valori tradizionali, la Cantina ha dapprima sperimentato e successivamente sviluppato un’importante diversificazione della produzione.

Con le uve pregiate Merlot, le quali rappresentano i 4/5 del raccolto conferito alla Cantina, si producono vini rossi, bianchi e rosati.

La cantina di Giubiasco è la culla della vinificazione in bianco del Merlot dapprima come vino fermo e dal 2018 anche come spumante brut scelta tecnica e commerciale di successo, molto apprezzata anche a livello nazionale .

Restando fedele alla tradizione, la Cantina produce dei vini rossi classici atti ad un moderato invecchiamento quali l'”Alba-VITI” e la “Riserva” affinata in botti di rovere.

Il desiderio di valorizzare al meglio le caratteristiche pedoclimatiche del nostro territorio e le competenze dei nostri viticoltori hanno ispirato l’introduzione della linea Origine mettendo in evidenza regioni o comuni e produttori di uva .

La vinificazione della Bondola in purezza, contribuisce alla salvaguardia di questo vitigno autoctono che rappresenta una preziosa componente della nostra tradizione viticola.

Nello stesso tempo per restare al passo coi tempi vinifichiamo nuovi vitigni sperimentali con l’intento in futuro di poter produrre dei vini sempre più genuini e naturali.

Siamo disponibili per le visite guidate tutti i giorni, sabato incluso, previo riservazione, tariffe su richiesta
Le visite guidate sono condotte da personale qualificato, oltre che in italiano, anche in francese e tedesco.

per scoprire tutto ciò che circonda ed arricchisce l’affascinante mondo del vino

Visite in cantina

Nella nostra cantina i visitatori sono i benvenuti. Siamo lieti, previa prenotazione, di far visitare agli amanti del buon vino l’Azienda, di mostrare e condividere il risultato della nostra passione, ottenuto nel rispetto della tradizione e della continua ed instancabile ricerca della qualità.

La visita guidata della cantina ha una durata di circa mezz’ora. Il percorso si snoda attraverso le fasi della produzione: si parte dai locali di vinificazione e di imbottigliamento, si passa poi alla bottaia d’invecchiamento e si conclude con la degustazione dei vini in abbinamento a un tagliere di salumi e formaggi locali.

per scoprire il vino e la sua coltura

Enoteca

Durante il periodo vendemmiale, (settembre – ottobre) non vengono effettuate visite.

Tutti i nostri vini possono essere degustati nell’Enoteca, aperta tutti i giorni lavorativi.

  1. Eseguiamo la vendita diretta.
  2. Accettiamo carte di credito.
  3. Effettuiamo spedizioni in Svizzera.

La nostra Timeline

La Cantina Sociale del Bellinzonese inizia la propria attività nel 1928 in alcuni locali di fortuna all’Isolabella, in territorio di Giubiasco, locali nei quali viene preparato il vino per la festa del Tiro federale in programma a Bellinzona dal 12 al 28 luglio del 1929.

Location

Cantina sociale del Bellinzonese

Per risollevare le sorti del settore viticolo ticinese in un periodo economicamente difficile, viene costituita ufficialmente la cooperativa “Cantina sociale del Bellinzonese”, la prima società cooperativa del settore viticolo ticinese: la sede si trasferisce definitivamente nei pressi della stazione ferroviaria di Giubiasco, dov’è ancora oggi attiva.

1929

Location

Costruzione cantina

Il primo giugno 1930 viene ufficialmente inaugurato la prima tappa della costruzione della cantina

1930

Location

Marchio VITI

Il primo giugno 1948 viene istituito il “Marchio VITI” che giovò al miglioramento della qualità dei vini e di conseguenza del prezzo delle uve

1948

Location

Merlot supera Bondola

La vendemmia del 1958 vede per la prima volta il quantitativo di uva di Merlot consegnato alla cooperativa superare quella della Bondola nelle consegne .

2005

Location

Cantina sociale di Giubiasco

Nell’anno 1972 la ragione sociale viene modificata da “Cantina sociale del Bellinzonese”, in “Cantina sociale di Giubiasco”, pur mantenendo lo statuto di società cooperativa.

1972

Location

Società anonima

A metà degli anni Ottanta la cantina evita per un soffio il fallimento, grazie all’intervento della Federazione ticinese dei produttori di latte: la FTPL la rilancia con lo statuto di società anonima.

1985

Location

Primo bianco di merlot ``Bucaneve``

Nel 1986 viene prodotto il primo bianco di merlot “Bucaneve” che contribuirà notevolmente alla notorietà della CAGI

1986

Location

Prime Barriques

Con la vendemmia del 1988 vengono introdotte le prime barriques per l’affinamento dei vini merlot , tecnica allora innovativa alle nostre latitudini.

1988

Location

Primo bianco di uva a bacca bianca uno Chardonnay

1994 viene vinificato il primo bianco di uva a bacca bianca uno Chardonnay

1994

Location

Ristrutturazione

Tra la vendemmia 2001 e quella successiva la cantina viene in gran parte ristrutturata e rinnovata in particolare nella ricezione delle uve e il reparto vinificazione

2001

Location

Primi spumanti

Nel corso del 2018 vengono commercializzati i primi due vini spumanti della CAGI , un metodo classico extra brut e un charmant brut

2018